You are here:   HomeINTERVISTE AI CAMPIONIGiandomenico Sartori: Dal Veneto a Rio, passando per Terni.

ultime news

Grazie!

Se ti piacciono le foto dei nostri fotografi e vuoi incoraggiarli a continuare a fotografare tutte le domeniche,con una piccola donazione libera,li aiuterai a rientrare delle spese.I nostri fotografi, sono tutti volontari e per scelta non vendono le loro fotografie sul nostro sito,ma dietro il loro scatto c'è molto lavoro e anche molte spese da sostenere ogni settimana x gli spostamenti e x la lavorazione delle migliaia di foto e, solo la loro passione li spinge a sostenere questo impegno.Con un tuo piccolo contributo, renderai il loro lavoro meno gravoso e potrai continuare a scaricare le foto gratuitamente.GRAZIE!!!

 

 CLASSIFICHE DEL MARATONETA

Le poesie di Romacorre

Romacorre.it in edicola

Scienza e Sport

Leggendo...di corsa!

 


 
 

Giandomenico Sartori: Dal Veneto a Rio, passando per Terni.

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Interviste
Pubblicato 19 Febbraio 2013

Giandomenico Sartori è un ragazzo di 22 anni, tesserato con la ASPEA PADOVA, con una disabilità congenita che lo ha costretto sulla sedia a rotelle fin da bambino.

Pratica sport nonostante la disabilità, perché essa non può e non deve rappresentare un limite.

E’ un atleta e, ho scelto di conoscerlo meglio in quanto tale e non in quanto persona disabile.

La sua vita è scandita dai giri delle sue ruote, veloci più delle nostre gambe, capaci di fargli chiudere una mezza maratona, quella di Terni, in meno di un’ora.

La velocità affascina Giandomenico, come tutti i ragazzi della sua età ed ogni giorno, sceglie di girare sull’anello di tartan, grazie solo alla forza delle proprie braccia e delle sue ruote, prolungamento naturale del suo corpo di atleta.

Un velocista, prestato alla mezza maratona, per fare “fondo e resistenza”, come lui stesso confida.

Si allena 9 volte alla settimana, tra pista, strada e palestra, con ripetute e potenziamento: un impegno che lo ha ripagato, regalandogli ben 3 titoli italiani sui 100m,200m e 400m.

Giandomenico, come ogni atleta, sogna la gara a cinque cerchi, la sta inseguendo dall’età di 15 anni, quando ha scelto di correre in pista, piuttosto che giocare a basket con i suoi coetanei.

Il basket fa fare canestro, ma non fa andare veloci, il campo di gioco è troppo stretto per chi vuole stare ai blocchi di partenza e sfidare il vento.

Come tutti i giovani, anche Giandomenico ha il suo mito sportivo che si chiama Marcel Hug, atleta svizzero plurimedagliato alle olimpiadi, correndo dai 100m alla maratona.

Come nelle migliori favole, Giandomenico sta per realizzare il sogno di allenarsi con lui e con tutta la squadra nazionale Svizzera, con la voglia di respirare l’aria olimpica, rubare i segreti dei grandi campioni, farne tesoro e metterli in pista alle prossime gare, con la speranza di conquistare quel minimo olimpico sui 100m, che gli permetterebbe di realizzare il sogno di una vita.

Ho strappato a Giandomenico la promessa di intervistarlo nuovamente non appena conquisterà un posto alle prossime Olimpiadi e sono certa che la manterrà.

A breve ci saranno i campionati italiani e di società e l’augurio che faccio a questo ragazzo, dall’accento veneto, è di spingere la sua carrozzella sempre più vicina a Rio de Janeiro.

 

Scritto da Caterina Fusco-redazione romacorre.it

Gallerie fotografiche 2018

Gallerie fotografiche 2017

Gallerie fotografiche 2015

Gallerie fotografiche 2016

Gallerie fotografiche 2014

Gallerie fotografiche 2013

Pubblicizza la tua gara

Pubblicizza su romacorre.it la tua gara
Contatta la Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GARE IN EVIDENZA

03/03 CorriSperlonga 10km (Sperlonga)

10/03 HUAWEI RomaOstia (Roma)

17/03 18°Trofeo dell'adriatico (VillaRosa di Martinsicuro-TE)

 

 

lavora con noi

se vuoi fare un'interessante esperienza in redazione, in un ambiente giovane e dinamico, contattaci a redazione@romacorre.it