You are here:   HomeLe opinioni di MR FarronatoLe opinioni di un runner: una tabella tipo.

ultime news

Grazie!

Se ti piacciono le foto dei nostri fotografi e vuoi incoraggiarli a continuare a fotografare tutte le domeniche,con una piccola donazione libera,li aiuterai a rientrare delle spese.I nostri fotografi, sono tutti volontari e per scelta non vendono le loro fotografie sul nostro sito,ma dietro il loro scatto c'è molto lavoro e anche molte spese da sostenere ogni settimana x gli spostamenti e x la lavorazione delle migliaia di foto e, solo la loro passione li spinge a sostenere questo impegno.Con un tuo piccolo contributo, renderai il loro lavoro meno gravoso e potrai continuare a scaricare le foto gratuitamente.GRAZIE!!!

 

 CLASSIFICHE DEL MARATONETA

Le poesie di Romacorre

Romacorre.it in edicola

Scienza e Sport

Leggendo...di corsa!

 


 
 

Le opinioni di un runner: una tabella tipo.

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Le opinioni di un runner
Pubblicato 17 Giugno 2011
Tutti pubblicano tabelle, offrono consigli. Ovvio, che l’idea mi abbia sfiorato. Sicché, confidando che intendiate fare sul serio, vi propongo le seguenti tre settimane di impegno atletico.

La prima settimana è quella di avvio. Niente di speciale. Sveglia alle 5 del mattino e 45 minuti di corsa (4,50/km), rigorosamente a digiuno. Colazione energetica. Poi al lavoro. Al rientro, vi toccano altri 30 minuti di corsa blanda (5,50/Km). A letto presto. Niente distrazioni. Così per tutta la settimana, fatta salva domenica che è dedicata al riposo, ossia alle gare.

Per poter accedere alla seconda settimana è necessario un piccolo test, costituito dalle seguenti prove:

a) 450 metri di nuoto nel limite massimo di 12’ 30’’;

b) 40 flessioni in 2’;

c) 2,4 Km nel limite massimo di 11’ 30’’.

Fatto? Potete passare alla seconda settimana.

La seconda settimana prevede, tutti i giorni, il seguente menù: la mattina solo 8 km di nuoto e 60 addominali; il pomeriggio solo 24 km di corsa (5/Km) e 40 addominali.

Infine, la terza settimana – per la quale prenderete opportunamente dei giorni di ferie – prevede, la mattina 4 km di nuoto e, poi, immediatamente dopo, 20 km di corsa lenta (5,50/Km), infine 50 flessioni; il pomeriggio si compone, consecutivamente, di 50 flessioni, 15 km di corsa veloce (4,45/Km) e, infine, a seguire 2 km di nuoto.

Alla fine di queste tre settimane – se avete dato il massimo - dovreste essere in grado di conseguire i seguenti risultati:

a) 450 metri di nuoto nel limite massimo di 10’;

b) 80 flessioni in 2’;

c) 2,4 Km nel limite massimo di 9’ 30’’.

Fatto? Complimenti, non siete un essere umano, ma avete completato la prima fase per aspirare a diventare un Navy Seal. Insomma, non siete proprio normale.

C’è comunque una morale. Le tabelle vanno bene, anzi sono doverose per migliorare, ma non bisogna esagerare. Spesso, infatti, sento di allenamenti che può sostenere, sensatamente, solo Giorgio Calcaterra. Non solo (credo) non andiamo in guerra, ma neppure siamo atleti professionisti. Siamo corridori “della domenica” e dobbiamo conciliare anche il resto della vita in cui (credo) non indossiamo scarpette e pantaloncini.

Buon allenamento!

Gallerie fotografiche 2018

Gallerie fotografiche 2017

Gallerie fotografiche 2015

Gallerie fotografiche 2016

Gallerie fotografiche 2014

Gallerie fotografiche 2013

Pubblicizza la tua gara

Pubblicizza su romacorre.it la tua gara
Contatta la Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GARE IN EVIDENZA

03/03 CorriSperlonga 10km (Sperlonga)

10/03 HUAWEI RomaOstia (Roma)

17/03 18°Trofeo dell'adriatico (VillaRosa di Martinsicuro-TE)

 

 

lavora con noi

se vuoi fare un'interessante esperienza in redazione, in un ambiente giovane e dinamico, contattaci a redazione@romacorre.it