You are here:   HomeLe opinioni di MR FarronatoLe opinioni di un runner. Stamattina nella nebbia

ultime news

Grazie!

Se ti piacciono le foto dei nostri fotografi e vuoi incoraggiarli a continuare a fotografare tutte le domeniche,con una piccola donazione libera,li aiuterai a rientrare delle spese.I nostri fotografi, sono tutti volontari e per scelta non vendono le loro fotografie sul nostro sito,ma dietro il loro scatto c'è molto lavoro e anche molte spese da sostenere ogni settimana x gli spostamenti e x la lavorazione delle migliaia di foto e, solo la loro passione li spinge a sostenere questo impegno.Con un tuo piccolo contributo, renderai il loro lavoro meno gravoso e potrai continuare a scaricare le foto gratuitamente.GRAZIE!!!

 

 CLASSIFICHE DEL MARATONETA

Le poesie di Romacorre

Romacorre.it in edicola

Scienza e Sport

Leggendo...di corsa!

 


 
 

Le opinioni di un runner. Stamattina nella nebbia

Valutazione attuale:  / 14
ScarsoOttimo 
Le opinioni di un runner
Pubblicato 04 Marzo 2016

correre nebbiaDi mattina presto. Andare a correre è una decisione che richiede una forza di volontà invidiabile. C’è sempre una scusa per rinviare a “più tardi” ogni attività, figuriamoci quelle podistiche. 

Se si coglie l’attimo “giusto”, tuttavia, la situazione muta in un baleno. 

E siamo già in strada, ad annodare le scarpette ed attendere che anche i satelliti si rendano conto che è quasi giorno fatto. Quasi.

Ma la città sembra strana, tutta avvolta, com’è, in una nebbia fitta fitta, in cui tutto ciò che conosciamo bene è scomparso. In realtà, è solo nascosto, ma l’effetto immediato è quello di un sudario che avvolge un corpo morto.

Si parte, tagliando un muro di goccioline sospese in aria. 

L’umidità ci invade ed acuisce la sensazione di freddo. Forse siamo nel posto e, soprattutto, nel momento sbagliato. Ma, ormai, siamo qui e arretrare non si può.

I confini degli oggetti si presentano incerti, si materializzano, dal grigio al colore, solo all’ultimo secondo. 

Non manca l’inquietudine, quella del pericolo in agguato. Dell’incertezza. Ogni ombra, ogni ramo, appare minaccioso. 

Nel mentre scaldiamo il corpo, cerchiamo di scacciare ricordi negativi, quelle sensazioni che tutti noi abbiamo provato quando il buio o l’ombra prendono il posto, seppur transitoriamente, della luce. 

E’ solo un problema percettivo. I colori non esistono, la luce è pericolosa. 

Ma, in questo momento, guardando attentamente dove cade ogni passo, non vedo l’ora che tutto si schiarisca. Che il mondo ritorni come è sempre stato, almeno a queste latitudini.

Questa mattina, a Roma, dentro una città sparita.

 

E guardai laggiù:

e voi, occhi miei,

non vedeste ancora una volta nulla e nessuno.

Io forse vidi un’ombra, un’ombra vagante

con un grosso fascio d’erba sulla testa. Vidi

e poi non vidì più nulla, tutto nello stesso momento.

Sentii solamente i versi inquieti

degli uccelli sparsi qua e là, il mugolio del cane

e, attraverso quella distesa che era come un mare

senza onde e senza spiagge,

i calpestii né vicini né lontani.

(da Giovanni Pascoli, Nella nebbia)

 

Gallerie fotografiche 2018

Gallerie fotografiche 2017

Gallerie fotografiche 2015

Gallerie fotografiche 2016

Gallerie fotografiche 2014

Gallerie fotografiche 2013

Pubblicizza la tua gara

Pubblicizza su romacorre.it la tua gara
Contatta la Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GARE IN EVIDENZA

03/03 CorriSperlonga 10km (Sperlonga)

10/03 HUAWEI RomaOstia (Roma)

17/03 18°Trofeo dell'adriatico (VillaRosa di Martinsicuro-TE)

 

 

lavora con noi

se vuoi fare un'interessante esperienza in redazione, in un ambiente giovane e dinamico, contattaci a redazione@romacorre.it
vuoi fare un'interessante esperienza nella redazione di romacorre?contatta la redazione