You are here:   HomeLe opinioni di MR FarronatoLe opinioni di un runner. A riprender fiato

lbm-animato

Grazie!

Se ti piacciono le foto dei nostri fotografi e vuoi incoraggiarli a continuare a fotografare tutte le domeniche,con una piccola donazione libera,li aiuterai a rientrare delle spese.I nostri fotografi, sono tutti volontari e per scelta non vendono le loro fotografie sul nostro sito,ma dietro il loro scatto c'è molto lavoro e anche molte spese da sostenere ogni settimana x gli spostamenti e x la lavorazione delle migliaia di foto e, solo la loro passione li spinge a sostenere questo impegno.Con un tuo piccolo contributo, renderai il loro lavoro meno gravoso e potrai continuare a scaricare le foto gratuitamente.GRAZIE!!!

 

 

 CLASSIFICHE DEL MARATONETA

Le poesie di Romacorre

Romacorre.it in edicola

Scienza e Sport

Leggendo...di corsa!

 


 

banner fabiana

 
 

Le opinioni di un runner. A riprender fiato

Valutazione attuale:  / 5
ScarsoOttimo 
Le opinioni di un runner
Pubblicato 20 Ottobre 2017

stella cadenteI – Si, è possibile finire soverchiati dagli eventi e sperare che tutto vada per il verso giusto.

Nel momento in cui scrivo queste righe mi viene in mente che – se già non esista – occorre una Mezza Maratona da svolgersi a Lourdes, in grado di coniugare la ‘decantazione’ fisica con quella spirituale. Un ‘ristoro’, insomma, da riconciliare con i massimi sistemi, per far vedere un pochino di luce anche quando la notte sembra totalmente immersa nell’oscurità.

Quella luce, tremolante, alla quale esprimere un desiderio, prima che scompaia del tutto, come fosse una stella cadente. Guidaci fuori, riportaci ad un nuovo giorno. Un giorno nel quale – se proprio è destino che debba piovere a dirotto – si possa, almeno, trovare un riparo.

II – Si è ripreso a correre. Ovviamente con le modeste risorse a disposizione. L’esordio non è stato dei più semplici. Questa edizione della (quasi) Mezza dei Castelli, cominciando come “La Speata” nulla ha risparmiato al faticoso incedere. Paradosso: le discese sono state (quasi) più ostiche delle salite. Qui, alla peggio cammini; lì, rotolando dabbasso, proprio le rotule sono state a rischio di rottura.

Un pensiero (cretino): ma, gli organizzatori, l’avranno “provato” il percorso?

III – La Roma Urbs Mundi (R.U.M. per gli amici) ha fatto davvero la sua figura.

15 Km sono una distanza che comincia a diventare “interessante”. Non è una 10K, né una Mezza ma quella misura buona per tutte le tasche. Da chi prepara una maratona a chi, semplicemente, vuole correre senza sfiancarsi oltre misura (come per le 10K).

Il percorso di questa gara, organizzato come si deve dai Bancari Romani, è stato piuttosto ben disegnato (a parte, forse, il “biscottone” davanti le Terme a vantaggio dei ‘tagliatori’ di turno). Non me ne vogliano gli amici della “X Milia” ma “dentro” Roma – su distanze del genere – è tutto un altro andare.

Non ho potuto non pensare a quanti … a partire da Via del Corso, non abbiano buttato uno sguardo indietro alla Maratona di Roma, rivissuta in ogni dettaglio fino al Colosseo. Anche se, poi, si va oltre, fino a quella che (almeno per me) è la conclusione più bella di un impegno podistico: l’entrata nello Stadio, con il rush finale su una pista rinnovata.

Ho visto un solo difetto (se così vogliamo intenderlo a Roma): sampietrini a iosa. Su Viale Aventino, ad un presso dalla termine della fatica, udivo un sinistro scricchiolar di giunture. Probabilmente sarà l’età …

Compagni di avventura in questo periodo sono il Comandante Aureli (assolutamente imprendibile, qualunque sforzo abbia sostenuto), il solito Enrico e il buon Ferrari, ai quali va un fraterno abbraccio, assieme al Gambini che non vedo l’ora ritorni ad esser dei nostri.

IV – La Deejay Ten (ir)rompe sulla “Corriamo al Tiburtino”.

Come credo abbiate saputo, in concomitanza con la tradizionale gara organizzata da Cat Sport, si svolgerà anche la manifestazione patrocinata da Linus e compagnia.

Premesso che da quando ha iniziato a fare il “guru” podistico lo trovo insopportabile (come quelli che dicono “impiattare”, secondando i masterscief di turno), un minimo savoir faire appare consigliabile, rispetto ai (ben noti e) delicati equilibri del nostro calendario podistico.

Ma, evidentemente, la beneamata Fidal, visto il “parterre” di sponsor e l’indubbio traino radiofonico, ha immediatamente “declassato” una iniziativa che contribuiva meritoriamente a dare della vita a un quartiere periferico che ne ha molto più bisogno dei dintorni del Colosseo.

Conclusione scontata. Se torno “umano” dopo la Maratona di Ravenna, non credo di aver dubbi sulla scelta. Noi, se proprio le membra lo consentiranno, andremo al Tiburtino.

Un affettuoso saluto al podista-anestesista che, seppur preparando la prossima gita in quel di New York, ha egregiamente contribuito a risolvere alcuni recenti accidenti.

Gallerie fotografiche 2017

Gallerie fotografiche 2015

Gallerie fotografiche 2016

Gallerie fotografiche 2014

Gallerie fotografiche 2013

Pubblicizza la tua gara

Pubblicizza su romacorre.it la tua gara
Contatta la Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GARE IN EVIDENZA

 

01/05 LAVORO...IN CORSA

 

 

lavora con noi

se vuoi fare un'interessante esperienza in redazione, in un ambiente giovane e dinamico, contattaci a redazione@romacorre.it
vuoi fare un'interessante esperienza nella redazione di romacorre?contatta la redazione