You are here:   HomeLe opinioni di MR FarronatoLe opinioni di un runner. Automobilista vs podista (ai margini della Lidense 2019).

lbm-animato

Grazie!

Se ti piacciono le foto dei nostri fotografi e vuoi incoraggiarli a continuare a fotografare tutte le domeniche,con una piccola donazione libera,li aiuterai a rientrare delle spese.I nostri fotografi, sono tutti volontari e per scelta non vendono le loro fotografie sul nostro sito,ma dietro il loro scatto c'è molto lavoro e anche molte spese da sostenere ogni settimana x gli spostamenti e x la lavorazione delle migliaia di foto e, solo la loro passione li spinge a sostenere questo impegno.Con un tuo piccolo contributo, renderai il loro lavoro meno gravoso e potrai continuare a scaricare le foto gratuitamente.GRAZIE!!!

 

 CLASSIFICHE DEL MARATONETA

Le poesie di Romacorre

Romacorre.it in edicola

Scienza e Sport

Leggendo...di corsa!

 


 

banner fabiana

 
 

Le opinioni di un runner. Automobilista vs podista (ai margini della Lidense 2019).

Valutazione attuale:  / 6
ScarsoOttimo 
Le opinioni di un runner
Pubblicato 16 Gennaio 2018

automobilisti arrabbiatiPer fortuna, quest’anno, le cose sono andate addirittura meglio della volta scorsa. Confermato il percorso e, soprattutto, la partenza/arrivo in una bella piazzetta (Piazza Anco Marzio), sì da valorizzare contesti urbani di quella che, in altri mondi, sarebbe una cittadina più piacevole di Miami.

L’unica pecca, ricorderete, è stato lo spiacevole strombazzare di automobilisti inferociti per il “tappo” alla circolazione sul Lungomare Duilio.

 

Ci si è interrogati a lungo sull’accaduto perché, nonostante tutto, anche chi non conosce l’utilizzo delle infrastrutture viarie per le attività podistiche ha, quantomeno, diritto ad una corretta informazione per poter sapere cosa debba fare. Né si può ragionevolmente immaginare che, ogni domenica, prima di uscire da casa, si debba consultare qualche sito specializzato per verificare quali strade siano rese disagevoli da eventi sportivi e quali siano le potenziali alternative.

Ricordo molto bene, in occasione di una gara a Caracalla, una coppia di sposi alquanto preoccupati per i problemi riservati ai loro invitati bloccati da nastri e transenne. Soluzione del Comune: nella Chiesa sconsacrata di Via di Valle delle Camene possono sposarsi solo podisti (anche non più in attività). Per l’altra Chiesa (quella dei Santi Nereo e Achilleo), il Vicariato non è stato così lungimirante e, quindi, il problema permane tutt’oggi.

Torniamo a noi. Come al solito si è tirato fuori il luogo comune della “guerra tra poveri”. Da una parte l’automobilista, al calduccio, che perde qualche minuto della sua esistenza e, dall’altra, dei nullafacenti, al freddo, in pantaloncini e maglietta, venuti da non-si-sa-dove, a rovinare il precario equilibrio in riva al mare.

Nell’ipotesi di risorse scarse nessuno ha ragione in via di principio. Si segue un ordine di priorità che, nel caso di specie, non pare ravvisabile. Posto che tutti abbiano correttamente pagato le tasse e che le autorizzazioni siano state regolarmente attribuite, la strada ‘appartiene’ tanto all’automobilista che al podista. In sostanza, appartiene loro come “utenti”, senza altre sottodistinzioni di categoria.

Vigono poi le regole universali del buon senso e della tolleranza. Rispetto alla prima ciò vuol dire che si cerca, per quanto possibile, di ridurre l’impatto del disagio (verso tutti); rispetto alla seconda, un po’ di ‘sportività’ (ed un sorriso) mitigherebbe molti problemi.

Per tornare all’esempio di prima, non credo che tutti gli strombazzatori fossero in procinto di sposarsi, o di recarsi ad un matrimonio (od altra questione molto rilevante), per cui avrebbero potuto, semplicemente, “staccare la spina” per dieci minuti e gustarsi una sorta di sfilata, magari commentando qualche tatuaggio o qualche eccesso di adipe. Il loro umore sarebbe migliorato, l’infarto scongiurato ed i podisti terminato in tranquillità, e senza sensi di colpa, la loro via crucis.

Tutto ciò, come si diceva, è un lontano ricordo. Qualcuno (non sappiamo se il Municipio o l’Organizzazione, ma poco importa) ha provveduto preventivamente ad informare con degli appositi cartelli circa i possibili disagi, sicché è scoppiata la pace tra gli automuniti e gli scarpettemuniti.

La Lidense conferma così le positività da tutti riconosciute: il percorso (e la sua lunghezza), il contesto attorno, il ristoro (tranne per il the caldo che, a memoria, pareva essere presente nell’edizione 2017), il clima … e, perfino, sorridenti automobilisti. Cosa chiedere di più?

Gallerie fotografiche 2018

Gallerie fotografiche 2017

Gallerie fotografiche 2015

Gallerie fotografiche 2016

Gallerie fotografiche 2014

Gallerie fotografiche 2013

Pubblicizza la tua gara

Pubblicizza su romacorre.it la tua gara
Contatta la Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GARE IN EVIDENZA

01/09 Calcaterra Run 8km (Roma)

16/09 Scorrendo con il Liri 65/27km (Isola del Liri)

 

 

lavora con noi

se vuoi fare un'interessante esperienza in redazione, in un ambiente giovane e dinamico, contattaci a redazione@romacorre.it
vuoi fare un'interessante esperienza nella redazione di romacorre?contatta la redazione