You are here:   HomeRUBRICHECOMMENTI E CRONACHELa Tre Comuni parla straniero. Record di partecipanti per la regina d'inverno!

lbm-animato

Grazie!

Se ti piacciono le foto dei nostri fotografi e vuoi incoraggiarli a continuare a fotografare tutte le domeniche,con una piccola donazione libera,li aiuterai a rientrare delle spese.I nostri fotografi, sono tutti volontari e per scelta non vendono le loro fotografie sul nostro sito,ma dietro il loro scatto c'è molto lavoro e anche molte spese da sostenere ogni settimana x gli spostamenti e x la lavorazione delle migliaia di foto e, solo la loro passione li spinge a sostenere questo impegno.Con un tuo piccolo contributo, renderai il loro lavoro meno gravoso e potrai continuare a scaricare le foto gratuitamente.GRAZIE!!!

 

 CLASSIFICHE DEL MARATONETA

Le poesie di Romacorre

Romacorre.it in edicola

Scienza e Sport

Leggendo...di corsa!

 


 

banner fabiana

 
 

La Tre Comuni parla straniero. Record di partecipanti per la regina d'inverno!

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Roberto De Benedittis
Commenti
Pubblicato 29 Gennaio 2012

Una Tre Comuni da record quella andata in scena oggi a Castel S. Elia. Sotto la regia di Massimo Gay, e l'occhio vigile del Sindaco del piccolo comune del viterbese, Rodolfo Mazzolini, gli oltre 2000 atleti che si sono presentati al via della classica della Tuscia, hanno trovato il clima ideale per poter correre davvero forte. i 22 km e 500 metri sono scivolati via sotto i 4000 piedi che hanno calcato la classica strada che unisce la cittadina dove quest'anno erano posizionate la partenza e l'arrivo, Nepi e Civitacastellana.

Un ritorno alle origini, dopo le ultime cinque edizioni sempre vissute a Nepi, dove certamente la logistica è più favorevole. Qualche problema per chi è arrivato con più calma a causa della chiusura della strada tra Nepi e Castel S. Elia, ma quasi tuttti erano già arrivati. D'altronde tutte le problematiche erano state segnalate e comunicate alle società oltre che sul sito dell'Atletica Nepi. A volte non ci si rende conto delle difficoltà logistiche pensando che tutti possano arrivare all'ultimo minuto. Sarebbe bello ma non sempre è così. La gara è partita con qualche minuto di ritardo ma alla fine tutti hanno preso il via ed all'arrivo sono giunti in 2121 (1976 nel 2011).

La gara è vissuta sul duello tra il polacco Arkadiusz Gardzielewski ed il keniano David Ngeno. Nei primi chilometri cercano di tenere testa alla coppia battistrada anche il marocchino Zaid Issam ed il russo Mikahil Kulkov, ma dopo il 10° chilometro è il polacco che va solo in testa e lo segue a poche decine di metri Ngeno. Più staccato Issam e ancora dietro Kulkov. Verso il 15° chilometro il keniano riesce a raggiungere l'atleta polacco che è in preparazione ad Ostia. Neanche la salita che porta dal fondo valle a Castel S. Elia separa la coppia mentre dietro Issam ha un problema ad una gamba e si lascia passare dal russo. L'ultimo chilometro vede Gardzielewski allungare ancora (1h09'56") e lasciarsi dietro Ngeno che arriva con 11" di ritardo. Terza piazza per Kulkov ( 1h10'54") e quarto Issam (1h11'47") che arriva zoppicando. Primo degli italiani Giovanni Auciello, (1h12'15") quinto, seguito da Pasquale Rutigliano (1h12'40"). Il campione del mondo della 100 km, Giorgio Calcaterra, arriva sorridendo in nona posizione (1h13'55"). 

Il vincitore è un atleta di buon livello, considerando la sua età relativamente giovane, compirà 26 anni il 12 giugno. Vanta 2h13'07" sulla Maratona ottenuto a Valencia lo scorso novembre, e 1h03'28" sulla mezza. Ha vestito la maglia della nazionale polacca in diverse occasioni, sia in Coppa Europa che nei Mondiali di Cross.

Tutta un'altra gara quella femminile, con Hanane Janat in testa fin dal primo metro, che dimostra di poter digerire la cura di chilometri che sta facendo in vista della maratona primaverile che potrebbe aprirle le porte della nazionale olimpica del Marocco. La Janat vince in 1h21'50" tempo di assoluto rilievo. Seconda, staccata di quasi tre minuti è Angellna Nyransabimana atleta del Ruanda (1h24'35") seguita da Marcella Mancini (1h26'13"). Ben 324 le atlete che hanno tagliato il traguardo (277 nel 2011) a dimostrazione che anche le donne si affacciano sempre di più alle lunghe distanze. Tra le società dominio dei Bancari Romani davanti a LBM Sport e Podistica Solidarietà. Dalle iscrizioni è stato riservata una quota per sostenere il progetto di aprire e riparare pozzi di acqua in Malawi. Anche LBM Sport e Podistica solidarietà hanno destinato il premio vinto, a questo progetto ideato da Aldo Di Michele. Soddisfatto anche se provato, al termine Massimo Gay che era molto preoccupato per il ritorno a Castel S. Elia, il paese più piccolo dei tre e quindi con minori infrastrutture logistiche. Alla fine si può dire che è andata anche meglio di come si sperava.

Lunga vita alla Tre Comuni. Il prossimo anno, il 34°,  appuntamento a Civita Castellana.

Guarda le classifiche

Gallerie fotografiche 2018

Gallerie fotografiche 2017

Gallerie fotografiche 2015

Gallerie fotografiche 2016

Gallerie fotografiche 2014

Gallerie fotografiche 2013

Pubblicizza la tua gara

Pubblicizza su romacorre.it la tua gara
Contatta la Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GARE IN EVIDENZA

01/09 Calcaterra Run 8km (Roma)

16/09 Scorrendo con il Liri 65/27km (Isola del Liri)

 

 

lavora con noi

se vuoi fare un'interessante esperienza in redazione, in un ambiente giovane e dinamico, contattaci a redazione@romacorre.it